lunedì 28 maggio 2018

Intervista ad Alessia Coppola





Oggi sul mio blog ho piacere di presentarvi l’autrice Alessia Coppola, che ha avuto anche l’occasione di presentare i suoi due ultimi romanzi al Salone del libro di Torino. Sto parlando de “Il profumo del mosto e dei ricordi” pubblicato con Newton Compton e del distopico “Vision” edito da La Corte Editore. Ma, senza perdermi troppo in chiacchiere, passo subito la parola a lei.



Ciao Alessia, parlaci di te e della tua passione per la scrittura, com’è nata? A quale ricordo sei particolarmente più legata?

Ciao! Più che parlare di passione parlerei di dipendenza. Ho iniziato a scrivere da quando ho imparato a farlo e da allora non ho mai smesso. Il primo ricordo legato alla scrittura appartiene alla mia infanzia: avevo circa sei anni quando espressi il desiderio di fare la scrittrice, davanti a una bancarella di libri; ricordo che dissi "da grande voglio scrivere anche io". Da allora, ogni singolo giorno della mia vita è stato donato alla scrittura.


Di cosa parla il tuo ultimo libro?

"Il profumo del mosto e dei ricordi" è un'opera di narrativa contemporanea al femminile. È ambientato in Salento e racconta la storia di una giovane protagonista che va incontro al suo passato, attraversando segreti di famiglia e difficoltà che la faranno crescere. Da Firenze partirà per la Puglia per scoprire l'eredità del nonno, che consisterà in una tenuta e in un vigneto. Ma Lavinia scoprirà che ciò che le ha lasciato il nonno, andrà al di là di un bene materiale, infatti lei scoprirà il legame con la terra e con persone che prima di allora erano sconosciute.Mentre "Vision" è un distopico sfi-ci, ambientato nel futuro. La protagonista, Reika, vive in una società in cui si crede che al mondo non ci siano più forme di vita oltre i confini della città sopravvissuta. Reika scoprirà il grande inganno che tiene sotto scacco il suo mondo e non solo.



Amazon




Hai partecipato all’ultimo Salone del libro di Torino, com’è stata la tua esperienza?

È stata una meravigliosa esperienza. Quest'anno mi sono divisa tra lo Stand Newton Compton e quello La Corte. Il 12 maggio ho partecipato insieme ad altre colleghe Newton al firmacopie ufficiale del "Profumo del mosto e dei ricordi"; finito il firmacopie, sono tornata allo stand La Corte per firmare le dediche sul libro in anteprima "Vision".Ogni volta l'affetto dei lettori mi ripaga di tutto. Torino già mi manca, insieme a tutte le bellissime persone incontrate lì.


Cosa ti sentiresti di consigliare a chi ha la tua stessa passione?

Il consiglio che do ogni volta è quello di leggere tantissimo, i libri sono i migliori maestri per uno scrittori. Inoltre, bisogna sempre credere in se stessi e non arrendersi mai.






Prossime presentazioni, eventi e progetti futuri.

Per i progetti futuri non posso dire nulla, posso solo anticipare che a ottobre uscirà in libreria "Vision".Per quanto riguarda le prossime presentazione, i lettori possono trovare tutte le date sui miei profili sociali.


Dove possono seguirti i tuoi lettori?

Possono trovarmi su facebook con il profilo personale e la pagina, su instagram, twitter e su youtube.

Ringrazio Alessia per averci concesso un po' del suo tempo e vi rimando al prossimo articolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Recenti

Intervista a Roberta Canu

Salve a tutti, oggi vi presento l’autrice Roberta Canu. Lascio subito a lei la parola nell’intervista che segue. Ciao Roberta,...