lunedì 7 maggio 2018

Intervista a Lavinia Pinello





Salve a tutti, oggi vi presento l'autrice Lavinia Pinello. Ma conosciamola meglio attraverso le sue parole.

Ciao Lavinia, parlaci di te e della tua passione per la scrittura. Di cosa parla il tuo libro?

Ciao! Che dirti di me… Sono una che ama scrivere e che crede fortemente nella potenza della parola in generale e della parola scritta in particolare. La mia fortuna è stata amare la lettura prima ancora che la scrittura, ho sempre letto tantissimo spaziando su più generi. Penso che nella lettura sia importante essere curiosi, sperimentare e sperimentarsi, assorbendo quanto più possibile per poi forgiarsi una propria visione del dire ciò che si vuole tramite la padronanza della parola scritta. La tecnica viene dopo, e va affinata e nutrita continuamente.
Il mio primo libro è stato Anima Mundi, edito nel 2015 dalla Brigantia Editrice, un trittico di racconti brevi dal carattere fortemente simbolico, successivamente ho collaborato a diverse antologie di racconti e ho scritto alcuni articoli saggistici per le webzine Heroic Fantasy Italia e Italia Sword and Sorcery, nonché alcune prefazioni per libri di altri autori. Parallelamente ho ultimato un romanzo per la Brigantia Editrice dal titolo “A Caccia dell’Aurora” che dovrebbe vedere la luce a breve.
 


Amazon



Il mio ultimo libro, Healing Blood, edito dalla casa editrice Dark Zone, nasce come un progetto a quattro mani, svolto insieme alla bravissima illustratrice Candida Corsi. La particolarità di questo libro è che il testo nasce dopo le illustrazioni e cucite addosso a queste. Ma andiamo per ordine; con Candida ci eravamo precedentemente conosciute a una fiera ed è nata subito una bella amicizia, un giorno sentendoci al telefono mi ha raccontato di aver fatto un bel numero di illustrazioni per un progetto che poi non era andato a buon fine, le ho così chiesto di inviarmi le illustrazioni, che a mio parere erano bellissime, per vedere se riuscivo a cucirvi addosso una bella storia. Così abbiamo fatto, lei mi ha inviato i suoi disegni senza dirmi nulla del progetto precedente, io li ho stampati e mi sono immersa in essi, fino a che la storia non ha cominciato a prendere forma nella mia testa. Con Candida abbiamo così iniziato una collaborazione perfettamente compenetrante tra le illustrazioni da lei realizzate e il mio testo, creando un libro perfettamente amalgamato nelle due parti che, grazie all’editrice della Dark Zone Francesca Pace, è diventato Healing Blood.


Amazon



TRAMA:
"Londra, 1918 fine della prima guerra mondiale. In un istituto dove è cresciuta la bambina protagonista dello scritto Alannah Gray, vengono ospitati, nutriti e istruiti gli orfani di guerra. La retta è pagata da un’antichissima e ricca famiglia nobiliare, in realtà i membri di questa famiglia sono vampiri e il loro operato nei confronti degli orfani è decisamente meno filantropico di quello che appare.
Un giorno arriva all’interno dell’istituto il figlio di questa nobile coppia di vampiri morti e fatti passare come eroi di guerra insieme ad altri loro simili nel tentativo di difendere (in accordo con le istituzioni che ne copre l'esistenza) la propria stirpe e il loro segreto, lottando fianco a fianco degli umani.
Pochi mesi prima dell’arrivo del bambino, Alannah vede tutte le mattine da una delle finestre dell’istituto una colomba nella nebbia che sembra essere assalita da un corvo, ma questo un secondo prima di trafiggerla alza di quota e si posa su un ramo vicino, mansueto, poi, ai primi raggi di sole volano via. Cosa le vorranno dire?"
Healing Blood è una favola gotica, che riprende i vecchi libri illustrati di una volta ma in una veste del tutto moderna; i temi portanti sono forti e quanto mai attuali, enfatizzati dalle splendide illustrazioni di Candida Corsi. Un romanzo di formazione quindi in cui temi quali la diversità, l’accettazione prima di se stessi e poi del diverso da sé, la crescita interiore e psicologica che ne consegue nella ricerca del proprio posto nel mondo sono quanto mai attuali ai giorni nostri e non è poi così scontato che abbiano il loro ruolo cardine soltanto nel mondo dei ragazzi.



Amazon



Cosa ti sentiresti di consigliare a chi ha la tua stessa passione?

Consiglio di leggere tantissimo, spaziando il più possibile, consiglio di documentarsi e non pensare mai che il genere fantastico sia un tipo di scrittura “facile” perché ci si può mettere dentro di tutto, se mai è esattamente l’opposto, il mondo fantastico deve mantenere il patto stipulato con il lettore, la sospensione dell’incredulità, tramite una fortissima coerenza interna in cui l’immaginario deve poter assumere, almeno per il tempo di quelle pagine scritte, una sua forma reale, con le sue leggi fisiche, i suoi usi e costumi. Consiglio di affinare sempre il proprio modo di scrivere, perché nessuno è esente da errori e non ha bisogno di migliorarsi, e soprattutto, consiglio di essere umili, non di sminuirsi, ma di avere sempre bene in mente che ci sarà sempre qualcuno da cui imparare, da cui avere consigli, da cui essere corretti se necessario, questo non significa perdere la propria identità di scrittore, significa fortificarla tagliandone via il superfluo fino ad avere la propria voce, e anche quando si è arrivati ad averne una, continuare a tendere l’orecchio per udire le altre.

Presentazioni, eventi e progetti futuri.

Per le prossime presentazioni vi aspettiamo senza alcun dubbio al Salone Internazionale del Libro, poi vi aggiorneremo di volta sulle nostre pagine autore oltre che su quella della Casa Editrice.
Al momento sto lavorando su diversi progetti: due prefazioni, una sceneggiatura per un lungometraggio drammatico e un altro progetto editoriale.
Con Candida Corsi stiamo già lavorando al secondo libro di Healing Blood ed abbiamo diversi progetti in cantiere che al momento non possiamo ancora svelare, quindi non vi resta che seguirci!


Dove possono seguirti i lettori?

Potete trovarmi sulla mia pagina autore su Facebook Lavinia Pinello, su twitter (che uso però molto meno) e sulle pagine della casa editrice Dark Zone e Brigantia Editrice ovviamente.
A presto!

Ringrazio Lavinia per la sua disponibilità e vi rimando al prossimo articolo.



Nessun commento:

Posta un commento

Recenti

Intervista a Roberta Canu

Salve a tutti, oggi vi presento l’autrice Roberta Canu. Lascio subito a lei la parola nell’intervista che segue. Ciao Roberta,...