lunedì 16 luglio 2018

Intervista a Filippo Semplici




Salve a tutti, oggi vi presento l’autore Filippo Semplici. Lascio subito a lui la parola nell’intervista che segue.

Ciao Filippo, com’è nata la tua passione per la scrittura? Ricordi e aneddoti particolari legati ad essa?
La mia passione è nata da piccolo, quando ho iniziato a leggere Edgar Allan Poe. Fu un colpo di fulmine. Capii in quel momento che adoravo aver paura, ma che allo stesso tempo mi sarebbe piaciu-to procurarne, a mia volta. 
Il primo racconto che scrissi era una ghost story che nessun editore oggi vorrebbe mai pubblicare, e l’aneddoto più divertente che ricordo è che una volta terminata, provai a rileggerla e, nel buio della stanza e della sera, riuscii a spaventarmi. 

Amazon




Di cosa parla il tuo libro?
Di libri ne ho scritti quattro, ma ti parlerò dell’ultimo, intitolato “Il faro”, un horror con cui ho voluto omaggiare uno dei maestri del brivido che più di tutti hanno contributo alla mia formazione, H.P. Lovecraft. Il libro parla di un giovane disoccupato, che accetta un incarico di sei mesi su un’isola deserta, come guardiano del faro. Partirà quindi con tutta la famiglia, solo per ritrovarsi intrappolato in un incubo allucinante e senza via d’uscita. In questo libro esploro il terrore psicologico, la paura della solitudine e dell’ignoto, senza versare nemmeno una goccia di sangue.
Ci tengo anche a precisare che il mio ultimo thriller “Ti guarderò morire”, proprio in questi giorni, ha ricevuto l’attenzione di un grande editore, e sto aspettando di vedere cosa succederà. Incrociamo le dita!

Amazon




Cosa ti sentiresti di consigliare a chi ha la tua stessa passione?
Se ti riferisci allo scrivere, mi sento di dare solo un prezioso consiglio: leggere. Leggere tanto e molto, perché se non si legge, non si scrive, c’è poco da fare. Diffido sempre degli autori che dicono di scrivere libri, ma di non essere grandi lettori, perché è una contraddizione inaccettabile.
Se invece ti riferisci allo scrivere thriller e horror, posso solo dire che le storie che cerchiamo, anche le più spaventose, sono tutte intorno a noi. E a volte, la realtà supera la fantasia.

Amazon



Presentazioni, eventi e progetti futuri.
Attualmente sto lavorando al seguito di “Ti guarderò morire”, che ha ricevuto un buon interesse, e un ottimo riscontro da parte di critica e pubblico. Sto partecipando a tre concorsi letterari, tra cui Il Gran Giallo di Cattolica (in collaborazione con Mondadori), e ho da poco firmato per una pubblicazione cartacea de “Il faro”, con un secondo editore. Quindi non posso lamentarmi.


Amazon



Dove possono seguirti i lettori? Scatena tutti i tuoi social.
Innanzitutto ti ringrazio per lo spazio che mi hai dedicato. Invito tutti a visitare il mio blog Nero su bianco dove effettuo recensioni e interviste ad autori emergenti, oltre a proporre articoli sulla scrittura creativa.
Potete trovarmi su FB: Filippo semplici. Nero su bianco.
Twitter: Scrivoebloggo.
Su Google: Filipposemplici.
Su Instagram: filipposemplici.

Ringrazio Filippo per averci concesso un po’ del suo tempo e vi rimando al prossimo articolo.


Nessun commento:

Posta un commento

Recenti

Intervista a Roberta Canu

Salve a tutti, oggi vi presento l’autrice Roberta Canu. Lascio subito a lei la parola nell’intervista che segue. Ciao Roberta,...